Valentina Ottone

Valentina Ottone (1987) è dipendente pubblico presso il Ministero della Giustizia.

Nel 2016 ha conseguito con lode la laurea triennale in Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione presso il dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope discutendo una tesi dal titolo “La valutazione dei dirigenti negli enti locali” effettuando un’analisi empirica sul territorio italiano.

Nel 2018 ha conseguito con lode la laurea magistrale in Management pubblico presso l’Università degli Studi di Napoli Parthenope discutendo una tesi dal titolo “Le politiche locali di sostegno all’innovazione tecnologica in Campania: un’analisi comparativa”.

Al termine dello stesso anno, presso lo stesso ateneo, viene ammessa al corso di dottorato Dies: diritto ed istituzione economico-sociali, profili normativi, organizzativi e storico-evolutivi.

Nell’ambito dello studio relativo al tema della digitalizzazione, ha collaborato con il gruppo Astrid “Le politiche pubbliche per l’innovazione tecnologica” mediante il contributo” Analisi dei casi regionali”.

Ha concorso alla redazione del volume multidisciplinare dal titolo “Il sistema amministrativo dei porti. L’eredità del passato e le prospettive di riforma” con il contributo “La trasparenza e la prevenzione della corruzione nell’amministrazione portuale” in via di pubblicazione da parte della casa editrice Il Mulino.