Mario Filice

Mario Filice è dottore di ricerca in Diritto dei mercati europei e globali presso l’Università della Tuscia di Viterbo e abilitato all’esercizio della Professione Forense (2017). Lavora attualmente presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi del Ministero dello sviluppo economico.

Si è laureato con lode in giurisprudenza (2013) presso l’Università di Roma Tre, discutendo una tesi sull’assetto delle competenze amministrative in materia di difesa del suolo e tutela delle acque. Ha svolto attività didattiche (2014-21) in qualità di cultore della materia in Diritto amministrativo, Diritto amministrativo europeo e Diritto dell’informazione pubblica presso l’Università della Tuscia.

Ha ricoperto in passato il ruolo di esperto in materia legale, fornendo consulenza a vari enti, fra cui: il FormezPA (2021-22), l’associazione Inclusive Social Impact (2020-22); il Dipartimento della funzione pubblica (2018-21); la Conferenza delle Assemblee legislative regionali e delle Province autonome (2018-21); la Scuola Nazionale dell’Amministrazione (2017-19).

Ha svolto numerose attività di ricerca, individuali e di gruppo, in particolare nei seguenti ambiti: “L’Unione, la crisi e le trasformazioni del sistema amministrativo europeo”; “Le caratteristiche di indipendenza e di accountability delle Esa”; “L’accountability delle amministrazioni europee”; “La trasparenza amministrativa nella prospettiva comparata: il caso del Regno Unito”; “Nidi e servizi educativi per l’infanzia Stato dell’arte, criticità e sviluppi del sistema educativo integrato 0-6”.

È stato Visiting Research Scholar presso la City Law School della City University of London e ha svolto attività di ricerca sui temi “Regulatory Authorities and Judicial review” e “Transparency and Open Government in UK” presso l’Institute of Advanced Legal Studies di Londra (2016).

Ha tenuto diverse lezioni presso master e istituti di alta formazione, quali il Master Interuniversitario di secondo livello in Diritto Amministrativo, il Master in Corruzione e sistema Istituzionale e l’Istituto di Politiche per l’Innovazione.

È socio dell’Istituto di ricerche sulla pubblica amministrazione e dell’Osservatorio AIR.

Fra le sue pubblicazioni: Le nuove frontiere in tema di abuso di posizione dominante, in Giornale di diritto amministrativo, n. 1/2015, 87-97; Il sindacato giurisdizionale sull’attività delle Autorità indipendenti, in Giornale di diritto amministrativo, n. 4/2015, 559-570; L’esecuzione delle sentenze della Corte di Strasburgo: improponibile l’azione di ottemperanza, in Giornale di diritto amministrativo, n. 1/2016, 25-32; Il nuovo regolamento sulla better regulation: il parere del Consiglio di Stato, in Rassegna Trimestrale dell’Osservatorio AIR, 2017, 7-13; L’applicazione estensiva delle presunzioni generali di riservatezza: il lato oscuro del FOIA europeo, in Giornale di diritto amministrativo, n. 4/2018, 493-501;  L’accountability della European Medicines Agency, in Rivista italiana di diritto pubblico comunitario, n. 6/2018, 1013-1052; I limiti all’accesso civico generalizzato: tecniche e problemi applicativi, in Diritto amministrativo, n. 4/2019, 861-902.

Tra i suoi maggiori interessi di ricerca: autorità indipendenti e sindacato giurisdizionale, discrezionalità tecnica, agenzie europee, disciplina del procedimento amministrativo, trasparenza e accesso agli atti.