Lo stato di applicazione dell’AIR nel 2020: pubblicata la Relazione del DAGL

Con qualche mese di anticipo rispetto allo scorso anno, il Dipartimento per gli Affari Giuridici e Legislativi (DAGL) della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha diffuso la Relazione al Parlamento sullo stato di applicazione dell’Analisi di Impatto della Regolamentazione, relativa all’annualità 2020.

Il dossier evidenzia un miglioramento generale nell’attuazione degli strumenti di better regulation. A riguardo, è centrale l’impegno costante del DAGL, in qualità di soggetto deputato al coordinamento delle Amministrazioni in materia di AIR e VIR. L’analisi di impatto continua a essere concepita dagli organi parlamentari come “ineludibile strumento per la comprensione dei cambiamenti portati dalle norme” ed è sottolineata anche la necessità che tali documenti siano sistematicamente trasmessi a Camera e Senato e adeguatamente censiti.

Durante il 2020 è proseguito il rapporto di partenariato tra DAGL e SNA (Scuola Nazionale dell’Amministrazione) con un’ampia offerta di percorsi formativi, focalizzati su AIR e VIR in chiave operativa. Sul piano organizzativo, c’è un ricorso crescente da parte delle Amministrazioni alla collaborazione delle direzioni di settore nello svolgimento dell’analisi di impatto. Nel corso dell’anno 2020 i provvedimenti normativi esentati dall’AIR risultano in lieve diminuzione (11 rispetto ai 17 dell’anno 2019), mentre la qualità delle relazioni presenta notevoli margini di miglioramento.

In materia di VIR, la pianificazione delle attività ha ricevuto un rinnovato impulso da parte del DAGL che, nel rimarcare l’importanza della valutazione ex post tra gli strumenti essenziali per la qualità della regolazione, ha sollecitato le Amministrazioni alla rapida approvazione dei Piani biennali di valutazione.

Per tutti i dettagli, si rimanda al testo completo della Relazione.

Photo by jimmyweee on Wikipedia