Il Consiglio di Stato sugli oneri informativi introdotti. Parere n. 624/2014

Obbligo di elencazione degli oneri informativi introdotti

Ai sensi del D.P.C.M. 14 novembre 2012, n. 252, relativo ai criteri e alle modalità per la pubblicazione degli atti e degli allegati elenchi degli oneri introdotti ed eliminati, i regolamenti ministeriali o interministeriali devono essere pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale corredati, in allegato, dell’elenco analitico dei nuovi oneri informativi introdotti. Tale previsione è di natura obbligatoria.

Ministerial or Interministerial decrees have to be published on the Italian Official Journal (Gazzatta Ufficiale) with the list of new information obligations (administrative burdens) that they provide.

Il Consiglio di Stato esprime parere favorevole sullo schema di regolamento che istituisce il sistema pubblico di prevenzione, sul piano amministrativo, delle frodi nel settore del credito al consumo e al furto d’identità.

Il giudice amministrativo esamina positivamente l’articolato normativo, ritenendo comunque di formulare alcune osservazioni di carattere sostanziale e formale concernenti il preambolo, l’articolato e gli allegati trasmessi per il parere. Tra le integrazioni richieste, il Consiglio di Stato sottolinea la necessità che lo schema di regolamento sia pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale corredato, in allegato, dell’elenco analitico dei nuovi oneri informativi, ai sensi del D.P.C.M. 14 novembre 2012, n. 252. Il giudice amministrativo osserva, infatti, come l’elencazione degli oneri informativi contenuti negli atti normativi approvati sia di natura obbligatoria.

Sintesi e massime a cura di Monica Cappelletti