Regione Molise

A cura di Giovanna Perniciaro

Riferimenti normativi

Con la legge 18 aprile 2014, n. 10 è stato approvato il nuovo statuto della Regione Molise, il quale contiene alcune previsioni che attengono alla buona qualità della legislazione.
Anzitutto l’art. 31, che istituisce il Comitato per la legislazione, cui compete di valutare «i provvedimenti sottoposti al suo esame sotto i profili dell’omogeneità, della semplicità, chiarezza e proprietà di formulazione e dell’efficacia per la semplificazione e il riordino della legislazione vigente, nonché del rispetto della Costituzione, dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali e dello Statuto».
Inoltre, il capo I del Titolo IV è dedicato a “Qualità e sistematicità delle leggi”, composto di due articoli: art. 37 (Organicità, coerenza e qualità delle leggi) e art. 38 (Interventi di riordino normativo).

Strutture amministrative e uffici dedicati

Dal punto di vista amministrativo, va segnalato l’Ufficio Monitoraggio, analisi leggi e politiche regionali, incardinato presso il Servizio Documentazione – Studi e Monitoraggio delle Politiche Regionali del Consiglio.

Le esperienze realizzate

AIR

Ad oggi non risultano realizzate esperienze concrete.

VIR e altre valutazioni ex post

Ad oggi non risultano realizzate esperienze concrete.

MOA

Ad oggi non risultano realizzate esperienze concrete.

Clausole valutative

A partire dal 2005 il Consiglio regionale ha introdotto in alcuni provvedimenti clausole valutative (si tratta in particolare di 6 clausole valutative):

  • L.R. 21 novembre 2005, n. 42;
  • L.R. 10 agosto 2006 , n. 20;
  • L.R. 5 maggio 2009, n. 16;
  • L.R. 22 marzo 2010, n. 9;
  • L.R. 19 novembre 2010, n. 18;
  • L.R. 14 marzo 2011, n. 5.

(Ultimo aggiornamento della scheda: luglio 2014)