Regione Liguria

A cura di Mariagrazia Massaro

Riferimenti normativi

L’art. 11, L.R. n. 13/2011 definisce l’Analisi di impatto della regolazione (AIR) come “la valutazione preventiva socio-economica degli interventi normativi proposti sulle attività dei cittadini e delle imprese, nonché sull’organizzazione e sul funzionamento delle pubbliche amministrazioni” che è “effettuata mediante comparazione di differenti ipotesi di intervento normativo ivi compresa quella del mancato intervento”. Il comma 4 dell’art. 11 prevede che “L’analisi di fattibilità è volta ad accertare l’idoneità delle norme proposte a conseguire gli scopi previsti, con particolare riferimento alle condizioni operative degli uffici pubblici chiamati ad applicare le norme stesse, nonché a favorire il perseguimento del principio dell’impatto normativo a costo zero per le imprese”.

I provvedimenti da sottoporre all’AIR, all’analisi tecnico normativa (ATN), e alla verifica di impatto della regolazione (VIR) anche mediante la previsione di clausole valutative, sono individuati dall’Agenda Normativa approvata dalla Giunta Regionale. L’Agenda normativa, disciplinata dall’art. 3 della l.r. n. 13/2011, illustra “le linee fondamentali e gli interventi qualificanti dell’azione normativa” da raggiungere su base annuale. L’Agenda normativa inoltre programma: i provvedimenti normativi di riordino dell’ordinamento regionale (lett. a); l’adozione di testi unici (lett. c); le proposte di delegificazione (lett. d) e i disegni di legge di semplificazione (lett. e).

Le clausole valutative sono disciplinate dall’articolo 13 della l.r. 13/2011, che le definisce “disposizioni normative finalizzate ad acquisire gli elementi utili a comprendere gli effetti della regolazione sui destinatari e le eventuali difficoltà emerse in fase di applicazione; esse indicano, altresì, i soggetti preposti alla produzione di dette informazioni, le modalità e i tempi per l’elaborazione e la trasmissione delle stesse, le eventuali risorse finanziarie” necessarie.

L’art. 16 della l.r. n. 13/2011, disciplina il “Programma delle strategie di semplificazione”, che è adottato dalla Giunta regionale con cadenza annuale, al fine di programmare gli interventi di semplificazione e misurazione degli oneri amministrativi da intraprendere nel corso dell’anno.

Strutture amministrative e uffici dedicati

Nell’ambito della “Direzione Centrale Affari Legali, Giuridici e Legislativi” è istituito un ufficio dirigenziale denominato “Settore Coordinamento Legislativo e Processi Di Semplificazione”.

Le esperienze realizzate

AIR

L’unica AIR effettuata è quella sul “Testo Unico della disciplina dell’attività estrattiva” (L.R. n. 12/2012). Il testo è disponibile a questo link.

VIR e altre valutazioni ex post

La Regione Liguria delibera periodicamente “leggi di semplificazione dell’ordinamento regionale” per semplificare il sistema normativo regionale mediante l’abrogazione espressa di leggi regionali già implicitamente abrogate o comunque non più operanti o applicate. Con L.R. 14 maggio 2013, n. 13 è stata adottata la quarta legge di semplificazione, che ha disposto l’abrogazione di 38 leggi regionali adottate tra il 1976 e il 2008.

ATN

Con la deliberazione n. 42/2014 è stato approvato lo schema di ATN (Analisi Tecnico Normativa) da adottare a corredo dei disegni di legge e dei regolamenti di iniziativa della giunta regionale in conformità con quanto disposto dall’agenda normativa 2013/2014. Il testo è disponibile a questo link.

MOA e semplificazioni amministrative

La Regione Liguria ha avviato varie iniziative dirette alla riduzione degli oneri amministrativi e alla semplificazione procedimentale. Tra queste, si segnalano:

1. Semplificazione degli strumenti di pagamento: nel 2011 la Regione ha avviato, nell’ambito del progetto interregionale di dematerializzazione PRO.DE – uno studio propedeutico alla realizzazione del mandato informatico. Sono allo studio le problematiche concernenti la conservazione sostitutiva dei documenti digitali.

2. Rilevazione dei procedimenti regionali, con l’indicazione dei relativi termini di conclusione, effettuata in attuazione della legge regionale 25 novembre 2009, n. 56 con Regolamento regionale n. 2 del 17 Maggio 2011 ed Atto ricognitivo Delibera di Giunta regionale n. 622 del 22 dicembre 2011

3. Semplificazioni informatiche: è operativa la procedura dei “Bandi online”, che non prevede l’invio di supporti cartacei ed è conforme ai requisiti del CAD. È stato avviato il flusso di ricezione dei documenti digitali da PEC.

4. Semplificazioni in agricoltura: con la deliberazione n. 1596/2013, attuativa dell’art. 38 della legge regionale 13/6/2011, n. 14, sono stati individuati otto procedimenti amministrativi per i quali gli agricoltori possono presentare istanze alla Pubblica Amministrazione per il tramite dei Centri autorizzati di assistenza agricola (CAA), disciplinati dal DM 27 marzo 2008, lasciando impregiudicata la facoltà di presentare domande direttamente all’Amministrazione.

5. Testo Unico in Sanità: in attuazione dell’agenda normativa 2013-2014 è stata promulgata la legge 31 marzo 2014, n. 6 “Disposizioni in materia di esercizio di attività professionale da parte del personale di cui alla legge 10 agosto 2000, n. 251 (Disciplina delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche della riabilitazione, della prevenzione nonché della professione ostetrica) e successive modificazioni e integrazioni”.

6. Semplificazioni in materia di pesca sportiva: è stata promulgata la legge regionale 1 aprile 2014 n. 8 (“Disciplina della pesca nelle acque interne e norme per la tutela della relativa fauna ittica e dell’ecosistema acquatico”) volta a semplificare le procedure per l’esercizio della pesca sportiva.

È stato istituito un blog dedicato alla semplificazione amministrativa.

Clausole valutative

Con L.R. 9 agosto 2013, n. 28 è stata introdotta una clausola valutativa nella L.R. n. 26/2012, recante “Modalità di erogazione dei farmaci e dei preparati galenici magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche”. La norma prevede che entro il 31 marzo di ogni anno la Giunta regionale presenti al Consiglio regionale una relazione recante lo stato di attuazione della legge, con particolare riferimento al numero e alla tipologia di pazienti trattati, all’ammontare della spesa annua sostenuta per l’acquisto dei farmaci cannabinoidi e alla sua incidenza sulla spesa del Servizio Sanitario Regionale; alle eventuali criticità riscontrate nell’attuazione della legge.

Le esperienze in corso

AIR

È stata avviata un’analisi di impatto in tema di fatturazione elettronica sui processi contabili regionali.

VIR e altre valutazioni ex post

Nel “Programma 2013-2014 delle strategie e degli interventi di semplificazione” è prevista la realizzazione entro il 2014 di una VIR sul “Testo Unico attività estrattive” su cui è stata effettuata la prima AIR.

MOA e semplificazioni amministrative

Tra gli obiettivi strategici da raggiungere nel triennio 2012-2014 si prevede la semplificazione delle procedure di gestione del rapporto di lavoro.

Inoltre, attualmente sono al vaglio delle Commissioni i seguenti disegni di legge:

  • D.D.L. 135/2013: con oggetto il “Testo unico della normativa regionale in materia di paesaggio”;
  • D.D.L. 139/2014: con oggetto “Modifiche della legge regionale 4 settembre 1997 n. 36 e s.m. (LUR)” volto ad effettuare una semplificazione in materia urbanistica;
  • D.D.L. 141/2014: con oggetto “Modifiche all’art. 29 della L.R. 27 dicembre 2011, n.37 – Procedimento per il rilascio dei titoli abilitativi per interventi su immobili oggetto di programmi di alienazione e di valorizzazione e modifiche all’art. 4 della L.R. n. 39/1984” – volto ad effettuare una semplificazione nel rilascio di autorizzazioni, assensi, permessi in materia edilizia e paesaggistica riguardante i beni regionali;
  • D.D.L. 141/2014: con oggetto “Modifiche alla L.R. 13/2003 (Legge finanziaria 2003), alla L.R. 41/2006 sul riordino del S.S.R. e alla L.R. 25/2012 sulle connessioni wireless nelle Aziende Sanitarie” volto ad effettuare semplificazioni in materia di sanità coerentemente con quanto previsto dall’agenda normativa 2013-2014 in attuazione della quale – come visto supra – è stata adottata la l. n. 6/2014.

 

Test PMI (Piccole Medie Imprese)

Con la deliberazione n. 41/2014 è stato approvato lo schema di Test PMI da adottare a corredo dei Disegni di legge e dei Regolamenti di iniziativa della giunta regionale; allegato alla deliberazione vi è la scheda sperimentale di test PMI. Il testo è disponibile a questo link.

Trasparenza e Performance

Con la deliberazione n. 283/20014 è stata deliberata l’approvazione del Piano di prevenzione della corruzione contenente il Programma per la trasparenza per il triennio 2014-2016 (disponibile al seguente link).

Con la deliberazione n. 352/2014 è stato approvato il “Piano della Performance 2014-2016” (disponibile al seguente link).

(Ultimo aggiornamento della scheda: luglio 2014)