Oversight bodies, i fattori di successo secondo l’OCSE

Analizzando il frame istituzionale necessario all’attività di riforma della regolazione, il nuovo Working Paper OCSE “Strengthening the Institutional Setting for Regulatory Reform. The experience of OECD countries” studia gli oversight bodies (organi deputati al controllo della qualità degli strumenti di analisi della regolazione) per la prima volta in tutte le loro caratteristiche: poteri, struttura, risorse e meccanismi di coordinamento.

Lo studio riporta innanzitutto una panoramica degli oversight bodies costituiti nei Paesi membri, approfondendo  le funzioni che in essi assumono: coordinamento e supervisione dei processi regolatori, valutazione tecnica ex ante ed ex post della regolazione, supporto tecnico ai regolatori e promozione del miglioramento del quadro normativo. Nella seconda parte, il Working Paper fornisce indicazioni sui fattori di successo dell’oversight sulla qualità della regolazione.

I risultati sono chiari: la qualità della vigilanza sulla regolazione è uno degli strumenti utili a garantire la coerenza delle policies dei Paesi, se ben concatenato con altre politiche strategiche come le riforme economiche orientate all’aumento della competitività e le riforme delle amministrazioni pubbliche.

Il testo integrale è disponibile a questo link.

About Carolina Raiola

Carolina Raiola è consulente Formez PA per l’attività di comunicazione istituzionale e di consultazione pubblica realizzata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica. Per l’Osservatorio fa ricerca sulla consultazione pubblica delle Autorità indipendenti