MIUR, questionario online e IdeaScale per Horizon 2020-Italy

di Carolina Raiola

Come strutturare una consultazione pubblica per definire una strategia di ampio respiro e di lungo termine? Il Ministero per l’Università e la Ricerca ha deciso di ricorrere a due strumenti complementari per la consultazione dei soggetti interessati sulla creazione di questo nuovo programma quadro italiano per le attività di ricerca, denominato Horizon 2020-Italy: un questionario online a domande chiuse e scale di preferenze e una piattaforma web per la discussione.

Il form online è realizzato con l’open source LimeSurvey e ha la funzione di raccogliere le posizioni dei soggetti interessati su quattro principali aspetti inerenti il sistema italiano della ricerca: visione e strategia; strumenti finanziari e risorse; qualità e competitività; infrastrutture di ricerca di interesse europeo.

La piattaforma di discussione è invece costituita da un sito web su cui i soggetti interessati possono (previa registrazione) pubblicare, commentare o votare idee relative ad alcune categorie di discussione pre-identificate dal MIUR: indicatori per la valutazione del programma Horizon 2020-Italy; incentivi (per le attività di comunicazione e divulgazione della ricerca, per l’interdisciplinarietà, per la trasparenza del reclutamento dei ricercatori, per la partecipazione delle PMI e per il miglioramento della formazione dottorale); ruolo del public procurement; altre idee; commenti sul questionario online. Lo strumento, web 2.0, ha la peculiarità di mostrare in tempo reale le proposte inoltrate da ricercatori, enti, imprese, di renderle votabili e commentabili dagli altri utenti e di creare in questo modo l’opportunità di fare emergere posizioni innovative rispetto a quanto definito in precedenza dal MIUR.

Con l’integrazione dei due canali sarà possibile dunque ricorrere a una base dati quantitativa (derivante dal questionario) e da una serie di proposte di tipo qualitativo da cui trarre le frequenze e le indicazioni più rilevanti, da cui far derivare poi il testo del programma quadro.

I soggetti chiamati a dare il proprio contributo alla consultazione sono quelli operanti nel settore della ricerca (ricercatori, enti, aziende pubbliche e private). L’iniziativa è partita l’11 ottobre e il termine ultimo per inviare questionari e proposte è l’11 novembre 2012; a partire dal 26 novembre sarà possibile avere accesso a documenti riassuntivi sui risultati della consultazione pubblica, sul sito www.istruzione.it.

About Carolina Raiola

Carolina Raiola è consulente Formez PA per l’attività di comunicazione istituzionale e di consultazione pubblica realizzata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica. Per l’Osservatorio fa ricerca sulla consultazione pubblica delle Autorità indipendenti