Laura Cavallo

Laura Cavallo è Direttore dell’Ufficio Regolazione dell’Accesso alle infrastrutture dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART).

Si è laureata con lode in Economia e Commercio nel 1991 presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Prima di entrare nella pubblica amministrazione ha svolto attività didattica e di ricerca prima all’Università La Sapienza di Roma, e dal 1992 all’Università di Roma Tor Vergata, presso la quale ha conseguito il “Dottorato di Ricerca in Economia delle istituzioni e dei mercati monetari e finanziari” nel 2008. Nel 2006 ha conseguito con “Distinction” il Master in Finance presso il Birkbeck College, University of London, Londra.

Le esperienze di ricerca e professionali maturate si sono sviluppate su vari temi, coniugando competenze di tipo economico e di tipo giuridico. Si è specializzata su temi di natura economico-finanziaria, approfondendo in particolare lo studio degli strumenti finanziari derivati, e ha poi approfondito la regolazione dei servizi pubblici, dell’analisi della regolazione e della semplificazione. Su questi temi ha avuto incarichi di ricerca e consulenza e ha realizzato varie pubblicazioni su riviste e monografie italiane e internazionali, presentando i relativi lavori a conferenze in Italia e all’estero.

Nell’amministrazione pubblica, dopo una breve esperienza al Servizio del Debito Pubblico del Ministero dell’Economia, ha maturato le principali esperienze professionali nella regolazione e concorrenza dei servizi di pubblica utilità , e nelle analisi e metodologie per il miglioramento della qualità della regolazione. E’ stata membro NARS (Nucleo di consulenza Attuazione linee guida Regolazione Servizi pubblica utilità) presso il CIPE dal 2000 al 2008, occupandosi in particolare della regolazione tariffaria nei settori dei trasporti (aeroporti, autostrade, ferrovie e TPL) e nel settore idrico. Si è occupata della liberalizzazione dei servizi pubblici locali (SPL) e nel 2007 è entrata nella segreteria tecnica del Ministro degli Affari regionali, dove ha seguito la riforma dei SPL e si è occupata del Patto di Stabilità interno per gli Enti Locali. Nel 2008 ha partecipato alle attività di coordinamento e di supporto all’attività di governo in relazione agli impegni europei e internazionali in materia di energia e cambiamenti climatici (G8 energia). Ha prestato servizio dal 2008 al 2012 presso il Dipartimento per le Politiche Europee dove ha seguito anche  lo sviluppo della “Better regulation” in Europa, e dal 2012 al 2014 presso  l’Ufficio di Gabinetto del Ministero per lo Sviluppo economico.

Con riferimento all’Analisi di impatto della regolazione, di cui si è occupata a partire dal 2000, ha partecipato, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, all’implementazione dell’AIR in Italia dalle prime fasi di sperimentazione. Ha partecipato alla redazione della “Guida alla sperimentazione dell’analisi di impatto della regolazione (AIR)” del 2000, ha fatto parte dell’ help desk Air istituito presso la Presidenza del Consiglio, e si è dedicata soprattutto al tema della valutazione economica della regolazione. Nel 2004 è stata consulente dell’Autorità per le Comunicazioni per lo studio dell’applicazione dell’AIR nell’Autorità. Dal 2003 al 2005 ha fatto parte del gruppo di ricerca della SSPA sull’AIR, e dal 2006 al 2013 del gruppo di ricerca coordinato dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri  sulla misurazione degli oneri amministrativi (MOA). Ha fatto parte della task force MOA istituita presso il suddetto Dipartimento.

Ha partecipato in qualità di docente a diversi corsi di formazione sull’AIR, e alla predisposizione di manuali e linee guida sull’analisi d’impatto della regolazione e sulle metodologie quantitative di analisi di impatto e misurazione e riduzione degli oneri amministrativi e degli oneri regolatori. Sui temi della qualità della regolazione è autrice del saggio: “L’impatto economico della regolamentazione e l’analisi economica dell’ impatto della regolamentazione”, in: Nicola Greco (a cura di), “Introduzione alla “Analisi d’impatto della regolamentazione”, 2003; con G. Coco e M. Martelli, “Evaluating administrative burdens through SCM (Standard Cost Model): some indications from the Italian experience”, SCM Network, 2008 e Working Paper n. 23 Università degli Studi di Bari, 2009.