Giulio Vesperini

giulio_vesperiniE’ nato a Roma il 19 agosto 1959 

Attività formative

Si è laureato il 23 marzo 1984, presso l’Università La Sapienza di Roma, discutendo una tesi su ” La riforma delle partecipazioni statali- Imprenditorialità e perseguimento di obiettivi generali”, con la votazione di 110/110 con lode.

Nel 1989 ha conseguito il dottorato di ricerca in diritto pubblico presso l’Università di Bologna.

Attività universitaria

E’ professore ordinario a tempo pieno di Diritto amministrativo presso Dipartimento di studi linguistico-letterari, storico-filosofici e giuridici della Università della Tuscia.

Dal 2013 è direttore del Dipartimento di studi linguistico-letterari, storico-filosofici e giuridici della Università della Tuscia.

Dal maggio 2014 è componente della giunta della conferenza dei presidi e direttori di dipartimento di Giurisprudenza.

Dal 2002 al 2008 è stato direttore del dipartimento di scienze giuridiche della Università della Tuscia.

Dal 2011 al 2012 è stato presidente del consiglio di corso di laurea in scienze della pubblica amministrazione della Università della Tuscia.

Dal 2012 al 2013 è stato presidente del consiglio di corso di laurea in scienze giuridiche della Università della Tuscia.

Dal 2011 al 2013 è stato vicedirettore del Dipartimento di istituzioni linguistico-letterarie, comunicazionali e storico-giuridiche dell’Europa della Università della Tuscia.

E’ stato componente del direttivo dell’IRPA- Istituto di ricerche per la pubblica amministrazione.

E’ stato componente del consiglio direttivo del Master di II livello in “Diritto amministrativo e scienze dell’amministrazione”, organizzato dalla Facoltà di giurisprudenza dell’Università di Roma tre.

E’ stato componente del consiglio didattico-scientifico del Master in “organizzazione e funzionamento della pubblica amministrazione”, organizzato dall’Istituto di diritto pubblico della facoltà di Giurisprudenza dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Dal 2009 al 2013 è stato componente del Nucleo di valutazione dell’Università per stranieri di Perugia.

Dal 2009 al 2012 è stato componente del comitato direttivo dell’Associazione italiana dei professori di diritto amministrativo.

E’ stato visiting professor presso il Washington College of Law dell’American University nell’anno accademico 2001-2002 e ha compiuto studi presso la Cornell University e l’University of Pennsylvania Law School.

Dal 1989 al 1992 è stato ricercatore (conseguendo nel 1993 il giudizio di conferma) in diritto pubblico presso l’Università di Urbino.

Dal 1992 al 2000 è stato professore associato di diritto pubblico nelle Università di Napoli- “Federico II” (1992-1995) e Viterbo- “Tuscia” (1995-2000).

Ha svolto, per affidamento e supplenza, numerosi corsi di insegnamento nelle materie, tra l’altro, del diritto degli enti locali, legislazione dei beni culturali, diritto dell’ambiente, diritto delle amministrazioni pubbliche, diritto dei mercati mobiliari, diritto amministrativo europeo, profili giuridici di informatizzazione della pubblica amministrazione, diritto amministrativo, diritto pubblico dell’economia, presso l’ Università di Roma “La Sapienza”, la Luiss, la Lumsa, l’Università di Viterbo- “Tuscia” e presso Master di secondo livello organizzati dalle Università di Roma “La Sapienza” e Roma tre.

Dal dicembre del 1999 al novembre 2002 ha svolto le funzioni di delegato del Rettore dell’Università della Tuscia per i problemi della semplificazione e della innovazione amministrativa.

Dal 2011 al 2013 ha svolto le funzioni di delegato del Rettore dell’Università della Tuscia per i regolamenti.

Attività scientifica

E’ autore dei seguenti volumi: La riforma delle partecipazioni statali, Ciriec, Milano 1985; La Consob e l’informazione del mercato mobiliare. Contributo allo studio delle funzioni regolative, Cedam Padova 1993; Il controllo del mercato finanziario. Raccolta di disposizioni normative, con G.Minervini, Liguori Napoli 1993; Il codice del procedimento amministrativo, con S. Battini ed E.Diamanti, Ipsoa Milano 1996; La Carta dei servizi pubblici, con S. Battini, Maggioli Rimini 1997; L’Italia da semplificare: II. Le regole e le procedure (lavoro curato in collaborazione con G. De Caprariis), Il Mulino, Bologna 1998; I governi del maggioritario (lavoro curato), Donzelli, Roma 1998; I poteri locali. I, Donzelli, Roma 1999; I poteri locali. II, Donzelli, Roma, 2001; Manuale di diritto pubblico, con S.Battini, C. Franchini, R. Perez, S. Cassese, Giuffrè, Milano, 2001 (e ora 2014). L’egovernment (lavoro curato), Giuffrè, Milano, 2004: Gli enti locali, Laterza, Bari, 2004; Diritto amministrativo speciale (lavoro curato), Giuffrè, Milano, 2005; La riforma dell’amministrazione centrale (lavoro curato), Giuffrè, Milano, 2005;  Che fine ha fatto la semplificazione amministrativa? (lavoro curato), Milano, 2006; Lezioni di diritto amministrativo europeo (lavoro curato assieme a S. Battini), Milano, 2006; I limiti globali ed europei alla disciplina nazionale dei servizi, (lavoro curato con S. Battini), Giuffrè, Milano, 2008; Studiare a giurisprudenza (lavoro curato), il Mulino, Bologna, 2011; Il vincolo europeo sui diritti amministrativi nazionali, Giuffrè, Milano, 2011; L’ analisi di impatto della regolazione. Il caso delle autorità indipendenti (lavoro curato con A. Natalini e F. Sarpi), Carocci, Roma, 2012. L’analisi di impatto e gli altri strumenti per la qualità della regolazione. Annuario 2013 (curato con A.Natalini e F. Sarpi), Osservatorio Air, Roma, 2014. Il big bang della trasparenza (curato con Alessandro Natalini), Edizioni Scientifiche, Napoli 2015; The Administrative Architecture of Financial Integration. Institutional design, legal issues, perspectives, (curato con Edoardo Chiti), Il Mulino, Bologna 2015

Ha scritto, poi, articoli in materia di regolamentazione del procedimento amministrativo, opere pubbliche, privatizzazioni delle imprese in pubblico comando, disciplina delle fonti di energia, assetto dei poteri locali e regionali dopo la riforma del titolo V della Costituzione, disciplina dei servizi pubblici, diritto amministrativo europeo.

Ha svolto relazioni a numerosi convegni, seminari, incontri di studio.

Dal 2009 è responsabile di area per il network Ius publicum, costituito fra le riviste Diritto amministrativo, Revue francaise de droit administratif, Public Law, Die Verwaltung e Revista de Administracion publica.

Attività di coordinamento e direzione di ricerche

Dal 2009 coordina, assieme ad Alessandro Natalini, l’Osservatorio AIR delle autorità indipendenti; dal 2013 al  2014 è stato presidente della associazione omonima e ora fa parte del suo comitato direttivo ed è presidente del relativo comitato scientifico:

Dal 1989, ha coordinato e diretto numerose ricerche. Tra queste quelle riguardanti: “Le imprese pubbliche in Europa” (svolta in collaborazione con l’Action Society Trust di Londra, l’Institut Européen d’Administration Publique di Maastricht, l’Università di Paris I- Panthéon Sorbonne; l’Università di Lille e l’Istituto universitario europeo di Firenze); “La disciplina del procedimento amministrativo” (Università di Roma “La Sapienza”); “La riforma del Ministero del turismo e dello spettacolo” (ricerca MTS); “La disciplina della concorrenza” (ricerca di ateneo); “Regionalismo e federalismo” (Università di Roma “La Sapienza”); “I principi sul procedimento amministrativo” (Università di Roma “La Sapienza”); “La semplificazione dei procedimenti amministrativi” (Università di Roma “La Sapienza”); “Il controllo negli enti territoriali” (ricerca CNR); “L’attività normativa dei governi italiani” (ricerca CNR); “Politiche normative e riforme amministrative in Italia” (ricerca CNR); “L’esecuzione indiretta delle decisioni comunitarie” (ricerca MURST); “L’organizzazione amministrativa nazionale in funzione comunitaria” (ricerca Miur); “Gli effetti indiretti del principio comunitario di libera concorrenza: le liberalizzazioni del commercio, degli ordini professionali, dei servizi pubblici locali” (ricerca Cnr); “I procedimenti composti nazionali e comunitari: analisi strutturale e giuridica” (ricerca Miur); “L’organizzazione amministrativa nazionale in funzione comunitaria” (ricerca Università di Viterbo); “La semplificazione dei procedimenti amministrativi” (ricerca Università di Viterbo); “La riforma amministrativa nei paesi del Mediterraneo” (ricerca Formez); “La semplificazione amministrativa nelle regioni” (ricerca Formez); “L’e-government” (ricerca azione integrata Italia- Spagna; “Gli uffici di diretta collaborazione nelle regioni e negli enti locali” (ricerca Miur); “Lo spazio giuridico globale” (ricerca Miur); “ I limiti globali ai diritti amministrativi nazionali” (ricerca Miur); “La disciplina del personale delle Università” (ricerca Miur); “Le conseguenze della crisi finanziaria sulla regolazione pubblica della finanza privata” (ricerca Miur).

Dall’agosto del 1994 al novembre del 1999 ha diretto un gruppo di ricerca su “L’attività normativa del governo”, i cui rapporti sono stati pubblicati dal gennaio 1995 con cadenza bimestrale sul Giornale di diritto amministrativo.

Nel luglio 1999 ha coordinato il progetto per la riorganizzazione della struttura e dell’attività della Scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento S.Anna di Pisa, mediante la predisposizione di un manuale delle procedure.

Ha fatto parte del comitato di indirizzo della ricerca promossa dal Formez “Una rinnovata civica amministrazione per una crescita sostenibile del paese”.

Attività di consulenza e di collaborazione con pubbliche amministrazioni ed altri organismi pubblici e partecipazione a commissioni di studio

E’ componente del consiglio direttivo della Corte di Cassazione

E’ componente della Segreteria tecnica per le politiche della ricerca, presso il Dipartimento per la formazione superiore e la ricerca del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

E’ componente del comitato di selezione, nominato dal ministro dell’istruzione dell’università e della ricerca scientifica, incaricato della valutazione delle proposte presentate nell’ambito del “Programma per giovani ricercatori Rita Levi Montalcini”

Dal maggio 2013 al dicembre 2013 è  stato consulente della Civit.

E’ stato componente della Unità per la semplificazione e la qualità della regolazione, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.

E’ stato membro della Commissione di studio per l’attuazione della legge 7 agosto 1990, n.241, istituita presso il Dipartimento della Funzione Pubblica nel marzo del 1991.

Dal giugno del 1993 al maggio del 1994 ha coordinato, presso il Dipartimento della funzione pubblica, tre gruppi di lavoro aventi ad oggetto, rispettivamente, la vigilanza sull’attuazione della legge n.241 del 1990, la definizione delle linee di intervento per la semplificazione dei procedimenti amministrativi e la redazione della Carta dei servizi pubblici.

Nel 1994, su incarico di un gruppo del Parlamento europeo, ha redatto un progetto di Carta dei servizi pubblici europei.

Dal febbraio del 1994 al maggio del 1995 ha fatto parte del Comitato di sorveglianza della Cassa rurale ed artigiana di Modugno, in amministrazione straordinaria.

Nel 1994 è stato componente del gruppo di lavoro, istituito dal Comune di Roma, per la realizzazione di uno studio di fattibilità in ordine agli strumenti ed alle modalità ottimali per la gestione e la eventuale dismissione del patrimonio immobiliare di proprietà comunale..

Dal maggio 1995 al novembre del 1997 è stato componente del Nucleo di valutazione dell’Università di Viterbo.

Dal giugno 1995 al dicembre 1999 è stato componente del Comitato scientifico della Consob.

Dal settembre 1995 al settembre 1996 è stato consulente della Giunta regionale del Lazio.

Dal marzo 1996 al gennaio 1999 è stato componente del Comitato di consulenza e garanzia per le privatizzazioni del Comune di Roma.

E’ stato componente del comitato di programma del Forum pubblica amministrazione per il 1997.

E’ stato componente del gruppo di coordinamento per l’attuazione della legge 15 marzo 1997, n. 59, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.

Dal marzo 1998 al maggio 2005 è stato componente della commissione per l’accesso ai documenti amministrativi.

Nel marzo del 1999 è stato incaricato dal Ministro del Tesoro di uno studio sul “processo di decentramento delle funzioni e di conferimento delle risorse” e sul “processo di riforma complessiva dell’Amministrazione centrale”.

Nel novembre 2004 è stato nominato dal Commissario Straordinario del Governo per l’attuazione del federalismo amministrativo presidente della “Commissione di studio e consulenza per le attività di definizione delle modalità idonee al rispetto dei principi che sovrintendono l’attuazione dell’art. 118 della Costituzione”.

E’ stato componente di commissioni di concorso presso il comune di Viterbo, la Cassa Depositi e Prestiti, l’Ordine dei Ragionieri e commercialisti.

E’stato componente di commissioni di concorso universitario.

E’ stato componente della Camera arbitrale istituita presso la Camera di commercio di Viterbo.

E’ stato componente del Consiglio di amministrazione della Fondazione dell’Università degli studi de l’Aquila.

E’ stato componente del Comitato tecnico per la validazione delle procedure informatiche per il conferimento dell’abilitazione scientifica nazionale.

E’ stato componente del comitato di selezione incaricato della valutazione delle proposte presentate nell’ambito del Programma “Futuro in Ricerca”, per il settore SH.

Attività editoriale

Dal 1986 collabora con la Rivista trimestrale di diritto pubblico e dal 2009 fa parte del relativo comitato di direzione.

Dal novembre del 1994 è componente del comitato scientifico della rivista Giornale di diritto amministrativo.

Dal 2009 è componente del comitato scientifico della Rivista italiana di diritto pubblico comunitario.

Dal 2015 è componente del comitato per la valutazione scientifica della Rivista di diritto sportivo.

Attività di formazione

Ha svolto numerosi corsi di formazione presso, tra l’altro, l’Istituto di ricerche economiche e sociali; lo I.a.f.e.; la Scuola Superiore della pubblica amministrazione; l’Alfor; l’Istat; la Regione Emilia Romagna; la Scuola superiore dell’amministrazione civile del Ministero dell’interno; l’Isfod; la Provincia autonoma di Trento; il Ministero della difesa; l’ ITA; la Spisa; la Scuola Normale di Pisa.