L’Osservatorio

L’Osservatorio sull’Analisi di Impatto della Regolazione (Osservatorio AIR) nasce nel 2009, sulla base di una convenzione stipulata tra il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo (ora Dipartimento di studi linguistico-letterari, storico-filosifici e giuridici– DISTU)  e la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”. La convenzione è stata rinnovata nel 2016.

Il 10 ottobre 2013 si è costituito in associazione.

Nel 2016, l’Osservatorio è diventato membro dell’International Institute of Administrative Sciences (IIAS)

L’obiettivo dell’Osservatorio è esaminare, con cadenza periodica, le tematiche della qualità della regolazione, con particolare riferimento all’impiego della metodologia di Analisi di impatto della regolazione (AIR) e di Verifica di impatto della regolazione (VIR) da parte delle amministrazioni italiane e di produrre indagini, paper, studi di caso, nonché approfondimenti e confronti con le esperienze internazionali più significative. Esso si propone di contribuire allo sviluppo delle attività di ricerca in materia di AIR e di formazione post-universitaria per studiosi e funzionari pubblici.

Presidente dell’Osservatorio AIR è Alessandro Natalini.

Il Consiglio direttivo è composto da Federica Cacciatore, Alessandro Natalini, Siriana Salvi, Francesco Sarpi e Giulio Vesperini. Fabrizio Di Mascio è il segretario  dell’Osservatorio. Federica Cacciatore è responsabile della sezione Regioni dell’Osservatorio; Siriana Salvi è responsabile della sezione Autorità indipendenti.

Il Comitato scientifico è composto da Edoardo Chiti, Efisio Espa, Antonio La Spina, Fiammetta Mignella Calvosa, Alessandro Natalini, Francesco Sarpi, Giulio Vesperini (coordinatore). Giulia Dimitrio è responsabile della segreteria amministrativa.