Le consultazioni del Senato: le esperienze realizzate e la nuova bozza di linee guida

Dal 9 marzo e fino al 30 aprile 2017, il Senato ha aperto una consultazione pubblica per raccogliere commenti e proposte sulla bozza di Linee guida e nuove tecnologie per le consultazioni. L’iniziativa è svolta per definire in modo partecipato le modalità con cui il Senato svolgerà, in futuro, le proprie procedure di consultazione.

Il documento è stato presentato il 9 marzo nel seminario “Rappresentanza e partecipazione. Linee guida e nuove tecnologie per le consultazioni promosse dal Senato

 

Credits Photo: Osservatorio AIR

Le esperienze realizzate dal Senato

La bozza di linee guida è stata pubblicata a valle di una serie di esperienze condotte dalle Commissioni del Senato, in modo sperimentale, nel corso degli ultimi anni, con metodi e obiettivi diversificati. Nella sedicesima Legislatura, per esempio, la dodicesima Commissione (Igiene e Sanità) ha svolto una prima iniziativa di coinvolgimento nell’ambito di un’indagine conoscitiva sul trasporto degli infermi e le reti di emergenza e urgenza, utilizzando una piattaforma online, ha sottoposto a 461 soggetti un questionario per la raccolta di informazioni e commenti. Nell’attuale legislatura, le attività di consultazione pubblica sono state svolte dalla decima, dall’undicesima e dalla tredicesima Commissione (rispettivamente Commissione Industria, commercio, turismo, la Commissione Lavoro, previdenza sociale e Commissione Territorio, ambiente, beni ambientali) sul Marchio “Italian Quality”, sul disegno di legge cosiddetto Delega Lavoro, sui  disegni di legge relativi al caregiver familiare, sugli atti del Governo nn. 134 e 135 (Decreti contratto tutele crescenti e ammortizzatori sociali), sull’economia circolare. La Commissione Lavoro ha, inoltre, avviato la sperimentazione di una piattaforma web che, in aggiunta alle tradizionali forme di audizione, ha lo scopo di ampliare le occasioni di dialogo tra Senato e soggetti interessati, raccogliendo commenti o risposte a quesiti posti dai parlamentari.

Le iniziative sono state condotte o attraverso questionari somministrati mediante la piattaforma online o mediante la richiesta di invio di commenti a una mail dedicata. I risultati delle consultazioni sono stati sempre resi pubblici, ma le modalità di svolgimento sono cambiate e le informazioni messe a disposizione in modo diverso, caso per caso. Le consultazioni, inoltre, sono state pubblicate in modo sparso tra le diverse sezioni del sito web. Per l’occasione della pubblicazione delle linee guida, il Senato ha invece creato una sezione apposita del sito dedicata alla consultazione pubblica all’interno della più ampia area del sito sui rapporti con i cittadini. La sezione raccoglie le consultazioni in corso e mantiene anche l’archivio delle iniziative concluse. Inoltre, il  Servizio per la qualità degli atti normativi del Senato ha pubblicato un dossier di approfondimento a cura dell’Ufficio per la verifica della fattibilità amministrativa e per l’analisi di impatto degli atti in itinere, dal titolo Le consultazioni dei cittadini e dei portatori di interesse.

I contenuti della bozza di linee guida

Le linee guida ora in consultazione fissano alcuni principi e criteri di riferimento (imparzialità e correttezza; inclusione e accessibilità; trasparenza e pubblicità; riscontro; strutturazione e congruità; chiarezza; tempestività; riservatezza) e scandiscono le fasi delle procedure di consultazione: elaborazione, svolgimento ed elaborazione dei documenti finali. L’obiettivo è dare uniformità ai processi di coinvolgimento dei soggetti interessati nelle decisioni riguardanti le politiche pubbliche, le disposizioni normative in corso di approvazione e già vigenti o le proposte di atto legislativo dell’Unione europea.

I contenuti del documento sono stati redatti in modo da essere coerenti con il processo di definizione di Linee guida sulla consultazione pubblica in Italia, promosso dal Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri. Le linee guida del Dipartimento della funzione pubblica, redatte dal Team Open Government Partnership in collaborazione con le associazioni del Tavolo Partecipazione, sono state prima sottoposte a pubblica consultazione e poi pubblicate il 9 marzo 2017.

(Carolina Raiola)

About Carolina Raiola

Carolina Raiola è consulente Formez PA per l’attività di comunicazione istituzionale e di consultazione pubblica realizzata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica. Per l’Osservatorio fa ricerca sulla consultazione pubblica delle Autorità indipendenti