La consultazione nell’AIR di FSA

In che modo la consultazione influenza il processo di formazione di un provvedimento, anche se sottoposto ad analisi d’impatto? Un buon esempio di come gli stakeholders possono intervenire nel processo decisionale di un regolatore è osservabile attraverso il secondo documento di consultazione (CP10/06) che la Financial Services Authority (FSA) ha pubblicato sul tema dei reclami per i premi assicurativi.

La consultazione si riferisce alla proposta di un manuale utile a definire, tra le altre cose, nuove modalità di compensazione a favore dei consumatori inglesi. Con il primo documento di consultazione, pubblicato nel settembre 2009, l’FSA ha raccolto 51 commenti particolarmente dettagliati, a cui ha preferito rispondere per iscritto in un secondo documento (il CP10/06), aperto ad ulteriori osservazioni delle parti interessate. Questo secondo documento, commentabile fino alla fine di aprile 2010, è interessante sotto più profili: mostra in che modo l’autorità risponde alle osservazioni ricevute; illustra l’effetto della consultazione sui contenuti dell’analisi costi-benefici precedentemente realizzata dalla FSA; costituisce un esempio di come l’autorità inglese svolge le proprie AIR.

In particolare, il feedback della FSA ai commenti ricevuti al primo documento di consultazione è particolarmente puntual. Nel documento CP10/06 l’Autorità risponde a ciascuna delle osservazioni degli stakeholders, motivando in questo modo le ragioni che l’hanno indotta ad accoglierle o rifiutarle: le stime dei costi e dei benefici aumentano a seguito delle critiche mosse dalle parti interessate.

About Carolina Raiola

Carolina Raiola è consulente Formez PA per l’attività di comunicazione istituzionale e di consultazione pubblica realizzata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica. Per l’Osservatorio fa ricerca sulla consultazione pubblica delle Autorità indipendenti