Illegittimità dell’analisi d’impatto condotta in relazione alla nuova disciplina sull’assistenza legale. La sentenza della High Court di Belfast

High-ourts_belfast

La scorsa settimana (13 Novembre 2015) la High Court di Belfast ha dichiarato illegittima la normativa relativa agli all’assistenza legale nei procedimenti penali giudiziari. In particolare, ha sanzionato l’illegittimità dell’analisi di impatto condotta sulla nuova regolazione da parte del Ministero della Giustizia (Department of Justice).

Nonostante si rilevi la correttezza nello svolgimento della consultazione pubblica, il Department inglese ha errato nella valutazione degli effetti sui soggetti potenzialmente interessati dal cambiamento della normativa. Persiste, infatti, un legittimo affidamento (legitimate expectation) delle parti non solo relativamente al fatto che l’analisi d’impatto sia esperita, ma anche che questa sia condotta correttamente, con la valutazione di tutti gli impatti economici e regolatori.

La Corte ha concluso:

This leads the court to the conclusion that a procedural impropriety has occurred in this area.  If thorough impact assessments had been carried out, these may have benefited the decision-making process, as it can be seen that the area of the impact of the proposals was a heavily contested one where evidence was thin on the ground.  The court considers that the applicants’ legitimate expectation in relation to the conduct of the impact assessments was disappointed by the Department’s unlawful approach to this issue.

Nonostante tale dichiarazione di illegittimità della procedura, il giudice non ha annullato la nuova normativa ma ha invitato il Ministero della Giustizia a rettificare, il prima possibile, la disciplina.

In attesa della pubblicazione della sentenza, per un maggior approfondimento si rinvia al summary of judgment.

Monica Cappelletti