Consultazione pubblica europea per determinare la TOP TEN degli atti normativi più onerosi per le PMI

CE_logo

La Commissione Europea ha avviato la procedura di consultazione pubblica, “Which are the TOP 10 most burdensome legislative acts for SMEs?”, che si concluderà il prossimo 21 dicembre. L’obiettivo del procedimento consiste nell’individuare le dieci normative europee più onerose per le Piccole e Medie Imprese (PMI), le quali, insieme alle loro organizzazione rappresentative, sono invitate a partecipare.

Questa iniziativa rientra nel programma Small Business Act, avviato nel 2008 dal Commissione ed integrato lo scorso novembre, con l’obiettivo non solo di creare un ordinamento più favorevole a queste particolari realtà imprenditoriali sulla base del principio “Think first small”, ma anche al fine di adeguare la normativa europea alle loro esigenze riducendo ed eliminando gli oneri burocratici inutili (c.d. red tape). In questa prospettiva la Commissione ha preliminarmente condotto un’indagine presso l’European Enterprise Network (EEN) per individuare i settori sui quali avviare un confronto ed ha, successivamente, aperto la procedura di consultazione attualmente in corso.

Tra le materie sottoposte alla consultazione, vi sono la protezione dei consumatori, i trasporti, i servizi, le attività statistiche, la tassazione; il lavoro, l’energia, l’ambiente, la sicurezza dei prodotti, il business environment e le dogane. Per ogni materia sono poi individuati anche gli atti normativi principali. I rispondenti alla consultazione dovranno indicare sia le dieci materie sia i dieci atti più onerosi.

Per i dettagli e le modalità di partecipazione alla consultazione si veda questa pagina.

(di Monica Cappelletti)