Come coinvolgere le associazioni dei consumatori: online la consultazione CEER

Basic CMYK

Il Council of European Energy Regulators (CEER) ha da poco pubblicato nella bozza di paper “CEER Draft Advice on How to Involve and Engage Consumer Organisations in the Regulatory Process”. Si tratta di raccomandazioni rivolte ai regolatori che operano nel settore dell’energia relative a come meglio coinvolgere le organizzazioni rappresentative dei consumatori all’interno del processo decisionale. Una relazione più stretta con le associazioni è infatti per il CEER il presupposto per migliorare la performance istituzionale dei regolatori e, di conseguenza, creare condizioni di mercato più favorevoli e meglio comprensibili per i consumatori.

Il documento, sottoposto a pubblica consultazione fino all’8 agosto, dispone misure per rafforzare la relazione tra i soggetti regolatori e le associazioni dei consumatori strutturandole intorno a quattro temi.

Lo scambio di informazioni. Nella prima parte del documento, il CEER identifica i modi e gli strumenti che possono essere adottati per rendere più efficiente lo scambio di informazioni tra regolatori e associazioni. Il paper fa riferimento alla necessità che i regolatori abbassino il livello di tecnicità dei dati e dei documenti prodotti (ad esempio accompagnandoli con note esplicative), in modo che questi siano chiari e facilmente comprensibili alle associazioni dei consumatori. Le associazioni dovrebbero, di rimando, comportarsi allo stesso modo con le informazioni fornite alle autorità. Oltre a essere chiare, le informazioni devono risultare accessibili e visibili; per questo motivo il CEER raccomanda, alle associazioni, di produrre report periodici sulle attività svolte e, ai regolatori, di meglio diffondere le proprie relazioni annuali. Al fine di favorire il più possibile lo scambio di informazioni, le autorità dovrebbero inoltre identificare referenti fissi all’interno delle associazioni con cui instaurare un rapporto di fiducia e definire principi e regole chiare (anche attraverso accordi non vincolanti) da seguire per condividere le informazioni (ad esempio, per accordarsi su come trattare i dati riservati).

Le azioni di capacity building. Il paper del CEER si sofferma anche sui modi in cui regolatori e associazioni di consumatori possono agire per trasferirsi reciprocamente le proprie conoscenze. Le raccomandazioni insistono soprattutto sull’importanza di educare le associazioni ai temi e agli aspetti tecnici affrontati nella regolazione, specificando però che le iniziative di capacity building non solo devono essere proporzionate ai contenuti da trasferire e alle risorse a disposizione, ma devono anche seguire un ordine di priorità concordato con le associazioni. Dal momento che svolgere attività di formazione (training, meeting, ecc.) o creare piattaforme web richiede risorse economiche, i regolatori e le associazioni possono svolgere, laddove possibile, azioni congiunte o ricorrere al fundraising. In ogni caso, gli strumenti di capacity building devono essere scelti considerando i target di riferimento e gli obiettivi che si intende raggiungere.

Lo sviluppo e la formulazione delle nuove norme. Un terzo punto su cui il CEER fornisce raccomandazioni è relativo alla collaborazione tra regolatori e associazioni nelle prime fasi della formulazione delle policy. Il concorso si realizza innanzitutto nell’individuazione congiunta delle priorità di regolazione, possibile solo quando autorità e associazioni hanno un quadro chiaro delle reciproche strategie per il futuro. Successivamente, l’intervento delle associazioni può essere stimolato attraverso la consultazione pubblica, che il CEER (ribadendo le raccomandazioni della Commissione europea) raccomanda di svolgere non solo su bozze di articolato, ma anche nelle fasi iniziali del processo regolatorio. Un elemento chiave della partecipazione alla formulazione delle nuove norme è la trasparenza: è importante che i regolatori prestino particolare attenzione a esplicitare le regole di ingaggio e a render conto di quanto è stato accolto nelle disposizioni finali.

L’attuazione e l’enforcement delle misure di regolazione. In termini di enforcement delle regole all’interno del mercato dell’energia, il CEER spiega che l’inclusione delle associazioni favorisce la definizione di misure di attuazione non solo basate su prove, ma anche meglio legittimate. Per stimolare l’effettiva ottemperanza alle norme, le associazioni possono inoltre sostenere le iniziative dei regolatori sia contribuendo alla loro pubblicizzazione, sia partecipando (mediante la raccolta di dati, ad esempio) alla loro realizzazione.

Partecipa alla consultazione pubblica

(Carolina Raiola)

About Carolina Raiola

Carolina Raiola è consulente Formez PA per l’attività di comunicazione istituzionale e di consultazione pubblica realizzata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica. Per l’Osservatorio fa ricerca sulla consultazione pubblica delle Autorità indipendenti

One thought on “Come coinvolgere le associazioni dei consumatori: online la consultazione CEER