Category Archives: Giurisprudenza AIR

Schede e commenti di sentenze e pareri a cura del focus Giurisprundenza

La consultazione come forma di legalità procedurale: la sentenza n. 69/2017 della Corte costituzionale sul contributo all’ART

  La Corte costituzionale si è recentemente espressa (sentenza n. 69 del 2017) sulla legge che disciplina la modalità di finanziamento dell’Autorità per la regolazione dei trasporti (di seguito anche ART), ritenendola costituzionalmente legittima anche…

La VIR nel parere del Consiglio di Stato al Decreto correttivo del nuovo codice dei contratti pubblici

Il 30 marzo 2017, il Consiglio di Stato ha reso il parere sul decreto correttivo del nuovo codice dei contratti pubblici. E’ stata ribadita la necessità di una attenta ed esaustiva verifica di impatto (la…

Materiali a contatto con alimenti: il Consiglio di Stato sospende l’adozione del parere per mancanza della relazione AIR

Nell’adunanza del 9 febbraio 2017, la sezione consultiva per gli atti normativi del Consiglio di Stato è stata chiamata a esprimere un parere sullo schema di regolamento proposto dal Ministero della salute, recante l’aggiornamento al…

Il Consiglio di Stato sugli enti di ricerca: i profili di qualità della regolazione. Parere n. 2210/2016

La Commissione speciale del Consiglio di Stato, in data 25 ottobre 2016, ha espresso il proprio parere sullo Schema di decreto legislativo recante “Semplificazione delle attività degli enti pubblici di ricerca” (c.d. “EPR”), adottato dal…

Analisi di impatto concorrenziale della regolazione e giudice amministrativo. TAR Lazio 6755/2016

Commento di Anna Argentati* Premessa L’analisi di impatto concorrenziale fatica, non da oggi, ad affermarsi nell’ordinamento. Benché si tratti di un’analisi essenziale per assicurare che la regolazione del mercato non distorca o limiti ingiustificatamente la…

Atti delle Autorità indipendenti impugnabili anche dai clienti finali: quali effetti sull’AIR? TAR Lombardia n. 1221/2016

Un cliente finale si era visto addebitare in bolletta, sotto la voce “Oneri diversi dalla fornitura non soggetti ad I.V.A.”, un importo di circa 900 euro da parte del fornitore di energia al quale era…