AEEGSI, il nuovo Osservatorio sulla regolazione per la partecipazione degli stakeholder

8361897554_2cc8b408b8_z

A partire dal 2014 l’AEEGSI ha avviato un’ampia riforma del sistema di accountability e trasparenza, della quale costituisce parte integrante il rafforzamento della partecipazione dei soggetti interessati alle procedure decisionali. Il tema dell’empowerment dei consumatori, già ampiamento trattato dalla Commissione europea, è stato affrontato dall’AEEGSI in occasione del piano strategico triennale 2012-2014, nel quale l’Autorità ha considerato il “consumatore consapevole” una chiave di volta per la concorrenza e la manutenzione delle regole e ha assunto come obiettivo il miglioramento della partecipazione dei consumatori domestici alle scelte regolatorie.

Di questo percorso, cominciato con l’iniziativa sperimentale di notice & comment e proseguito con la revisione del regolamento per le audizioni periodiche e speciali e della disciplina per la partecipazione, l’ultimo passo in ordine di tempo è la costituzione dell’Osservatorio permanente della regolazione energetica, idrica e del teleriscaldamento (deliberazione 5 marzo 2015, n. 83/2015/A).

L’Osservatorio è un Forum plenario (presieduto da un Presidente rappresentativo dell’AEEGSI) che riunisce le associazioni rappresentative dei consumatori domestici, dei consumatori industriali e degli operatori di mercato, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani (ANCI), l’Associazione degli enti di ambito (ANEA) e la rappresentanza della Commissione europea. Le finalità che persegue sono  quelle di incrementare la partecipazione degli stakeholder ai processi decisionali; favorire l’acquisizione di dati e informazioni utili alla predisposizione delle analisi di impatto e della revisione della regolazione; promuovere proposte sulla predisposizione dei documenti di consultazione; acquisire informazioni utili per la valutazione della trasparenza di AEEGSI sulle tariffe. Il Forum plenario ha la facoltà di formulare proposte di regolazione all’AEEGSI, di esprimere valutazioni sull’attuazione degli impegni, di svolgere attività di comunicazione delle proprie attività mediante risorse economiche provenienti dai soggetti privati che lo compongono. L’organo si può avvalere di esperti selezionati mediante procedura pubblica.

La costituzione dell’Osservatorio era stata originariamente prevista dalle linee guida sull’accountability pubblicate dall’AEEGSI nel maggio 2014. Nel documento era stata difatti evidenziata la necessità di costituire “forme permanenti di consultazione tra l’Autorità e le associazioni rappresentative degli stakeholder” con particolare valorizzazione di quelle rappresentative dei consumatori. La scelta di riporre attenzione specifica alla partecipazione dei consumatori è dettata dall’interesse dell’Autorità  di controbilanciare un assetto ormai consolidato in cui il numero più rilevante di osservazioni alle consultazione svolte proviene da soggetti operanti nel mercato dell’energia. L’Autorità stessa notava, nel piano strategico 2012-2014, che “i documenti di consultazione pubblicati sono principalmente diretti agli addetti ai lavori dei settori regolati, agli operatori ed alle associazioni”; in ragione di ciò, “i clienti finali, prevalentemente consumatori domestici e piccole e medie imprese, che oggi – per problemi non solo loro – non partecipano alle decisioni regolatorie, neppure se attinenti alla vendita al dettaglio o alla tutela del consumatore”. Questo trova conferma anche nei dati sulle osservazioni inviate dagli stakeholder in risposta ai documenti per la consultazione pubblica. Nel periodo 2010-2012, tra i primi venti soggetti che hanno partecipato con più frequenza alle consultazioni pubbliche svolte da AEEGSI si trovano infatti dieci operatori diversi di mercato e dieci diverse associazioni rappresentative, tra cui soltanto due dei consumatori (per i dettagli si rimanda al capitolo sulle Authorities nel Paper No. 2014‐13 della serie RULES della Bocconi Lobby. La rappresentanza degli interessi).

(Carolina Raiola)

Photo credits: Miles Heller

About Carolina Raiola

Carolina Raiola è consulente Formez PA per l’attività di comunicazione istituzionale e di consultazione pubblica realizzata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica. Per l’Osservatorio fa ricerca sulla consultazione pubblica delle Autorità indipendenti