AEEG: in pubblica consultazione le prime valutazioni in materia di tariffe dei servizi idrici

Il 22 maggio scorso l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG) ha pubblicato un documento di consultazione nell’ambito del procedimento per l’adozione di provvedimenti tariffari in materia di servizi idrici, avviato a marzo. Con questa prima consultazione l’AEEG intende sottoporre agli stakeholder alcune valutazioni preliminari  sullo sviluppo della regolazione tariffaria in materia di servizio idrico integrato.

Il documento ricostruisce in primo luogo il quadro di riferimento del settore attraverso l’analisi dei principali e più recenti interventi normativi e l’individuazione dei soggetti che operano nell’ambito del contesto istituzionale. Uno specifico approfondimento è dedicato alle problematiche del settore idrico, che l’Autorità suddivide in: aspetti impiantistici, gestionali e di rapporto con l’utenza, aspetti di assetto del settore ed aspetti finanziari.

Nella parte centrale del documento, l’AEEG analizza la metodologia tariffaria attuale (il Metodo Tariffario Normalizzato, MNT), individuandone i profili problematici, ed indica le linee guida per la nuova metodologia. In particolare, la futura regolazione tariffaria “dovrà essere finalizzata ad un obiettivo generale che, da un lato, persegua il buono stato ecologico della riserva acqua e la sicurezza dell’approvvigionamento, dall’altro, minimizzi il costo per l’utenza finale”.

I tre capisaldi regolatori su cui l’Autorità ritiene di dover basare il nuovo modello tariffario, alla luce dell’esperienza maturata negli altri servizi regolati, sono i seguenti: la tenuta dei conti secondo procedure che ne garantiscano il riscontro contabile (certificazione), la tracciabilità e la pertinenza; la regolazione tariffaria vera e propria, con il riconoscimento di costi standard efficienti; la qualità del servizio, articolabile come qualità sia tecnica, sia ambientale, sia commerciale.

Nella parte conclusiva del documento l’Autorità rende noto di voler introdurre una metodologia tariffaria-ponte da applicare transitoriamente. Tale metodologia sarà oggetto del prossimo documento di consultazione.

La consultazione pubblica sarà aperta fino al 22 giugno: per partecipare occorre compilare l’apposito modulo sul sito internet dell’Autorità. Nei prossimi 12-18 mesi l’Autorità garantirà numerose altre occasioni di coinvolgimento degli stakeholders: verranno infatti elaborati ulteriori documenti di consultazione sui temi della tutela dei consumatori, della rendicontazione contabile e della metodologia tariffaria.

(di Andrea Flori)